Questo sito può utilizzare cookies tecnici e/o di profilazione, anche di terze parti, al fine di migliorare la tua esperienza utente.

Proseguendo con la navigazione sul sito dichiari di essere in accordo con la cookies-policy.   Chiudi

Guida alla Raccolta Differenziata

Guida alla Raccolta Differenziata

Presentiamo la Guida alla raccolta differenziata del Comune di Castellina Marittima. 
Realizzata dall'Assessorato all'Ambiente in collaborazione e con il contributo economico del Gestore REA di Rosignano nell’ambito delle iniziative “(A) Castellina si differenzia”, questa utile pubblicazione sarà distribuita in questi giorni a tutte le famiglie del Comune di Castellina Marittima. Una guida nella quale potranno trovare risposta i tanti dubbi che ci accompagnano giornalmente a riguardo della raccolta differenziata: “Dove metto il contenitore del latte? Nella plastica (multimateriale), nella carta o nell'indifferenziato?” Ma anche tanti utili consigli su comportamenti sostenibili e virtuosi.
Insomma un appuntamento importante ed un'occasione di riflessione per il comune collinare che fa seguito ad una serie di azioni che di fatto in questi due anni di Amministrazione Lucchesi hanno tracciato una linea precisa nell'ambito delle politiche ambientali. 
Dall'inizio del 2012, nell'ottica di omogeneizzare politiche ambientali e conseguenti costi nell'ambito della neonata Unione dei Comuni dei Colli Marittimi Pisani è stato scelto per il conferimento il sito di Buriano (Montecatini Val di Cecina) anziché la discarica di Scapigliato, in attesa delle indicazioni definitive del Gestore Unico dei rifiuti dell'ATO Toscana Costa. Tale cambiamento ha comportato inoltre una nuova ed ottimizzata disposizione dei cassonetti stradali, una piccola parte della quale è ancora in corso. 
I dati di bilancio indicano che nel 2012 le entrate coprono quasi al 100% le spese per i rifiuti. 
Ancora da gennaio 2012 nel centro storico di Castellina Marittima sono stati posizionati 26 nuovi raccoglitori da 240 litri ciascuno per carta e multimateriale, raccolti ogni mattina da personale comunale ed armonizzata con l'attività del Gestore REA. Nell'ambito dello stesso progetto è stato previsto un servizio porta a porta di ritiro di cartone e multimateriale per le attività commerciali del capoluogo. L'operazione, grazie all'ottimizzazione degli orari del personale è costata al Comune solo 1.000 euro, necessari all'acquisto del mezzo di raccolta, usato, un Piaggio Porter con vasca. 
A marzo 2012 l'Amministrazione ha acquistato e distribuito in comodato d'uso, 30 biocompostori domestici per incentivare la differenziazione ed il riutilizzo come compost della frazione organica umida (la più pesante) dei rifiuti. A questa data, anche a seguito di precedenti analoghe iniziative, risultano circa 130 le famiglie di Castellina Marittima (circa il 13%) in possesso di un biocompostore domestico. Nel nuovo regolamento comunale TARSU 2012 è stata introdotta, tra le altre, la possibilità su richiesta di una riduzione del 20% a beneficio degli utilizzatori dei biocompostori domestici. 
In questi ambiti la costante e fattiva collaborazione col Gestore REA si è rivelata fondamentale. Tutto questo nonostante le difficoltà, in un contesto più ampio, di un quadro normativo ed istituzionale in rapida evoluzione ancorché foriero di incertezza. Tuttavia, anche se il condizionale è d’obbligo, la strategia per la nuova organizzazione del ciclo integrato dei rifiuti urbani, ha trovato nell'anno in corso un punto di ancoraggio con l’avvio delle procedure per l’affidamento del servizio al gestore unico dell’ATO Costa: una gara per l’individuazione del socio privato al 45% della neo costituita Società Pubblica “Reti Ambiente”, che interessa 111 Comuni delle provincie di Massa Carrara, Pisa, Lucca e Livorno per un totale di circa 1.350.000 abitanti. Contestualmente il Comune di Rosignano ha avviato le procedure per la realizzazione di una nuova società con la partecipazione di un socio privato scelto con procedura ad evidenza pubblica, per l’affidamento diretto della gestione dell’impianto di Scapigliato che non è interessato dalla gara di ATO, in linea con la vigente normativa. Si tratterà di una scelta destinata a rivoluzionare l’intero sistema del ciclo dei rifiuti, con l’intento di offrire migliori servizi a minor costo. Quanto questo sarà possibile dipenderà anche dalla capacità dei cittadini e delle loro rappresentanze di esercitare il necessario controllo ed indirizzo. 
Dunque un vero momento di ampia riflessione su una tematica tanto delicata. 
La Guida sarà disponibile anche sul sito web del Comune ed in occasione della Cucina Povera del 4 e 5 agosto 2012 a Castellina Marittima presso uno stand di REA saranno distribuite copie cartacee della Guida. 
Salutiamo quindi la Guida alla Raccolta Differenziata di Castellina Marittima, un'azione di comunicazione e sensibilizzazione necessaria a completare, ma non esaurire, il quadro di iniziative nell'ambito delle politiche sui rifiuti, nell'auspicio che possa essere usata ed apprezzata da tutti i cittadini.

 

Tags: -